Separazione e Divorzio in comune

Ultima modifica 13 maggio 2021

 

La legge 162/2014, entrata in vigore l'11 dicembre 2014, sancisce la possibilità per il cittadino di procedere:

  • alla separazione consensuale ed

  • allo scioglimento del vincolo coniugale (divorzio) mediante una dichiarazione resa di fronte ad un Ufficiale dello Stato Civile.

 

Tuttavia NON e' possibile ricorrere a questa procedura semplificata:

  • in presenza di figli minori (anche di una sola parte),

  • in presenza di figli maggiorenni non economicamente autosufficienti o portatori di handicap o incapaci nonché

  • se le parti vogliono stipulare accordi ti tipo patrimoniale.

 

Per la proposizione della domanda di divorzio devono essere intercorsi tre anni ininterrotti di separazione personale dei coniugi.

 

Procedimento

 

Le parti devono trasmettere all'Ufficio di Stato Civile le dichiarazioni e le notizie necessarie per avviare il procedimento compilando il modello di dichiarazione. Tale modello debitamente sottoscritto può essere inviato a statocivile@comune.cossato.bi.it allegando un documento di riconoscimento valido di ciascuna delle parti.

 

L'Ufficio di Stato Civile verificherà le dichiarazioni rese e la possibilità di poter procedere. Se sussistono le condizioni stabilite per legge l'ufficio di stato civile stabilirà un appuntamento, in accordo con le parti.

 

A tale appuntamento le parti dichiareranno di fronte all'Ufficiale di Stato Civile di volersi separare o divorziare. Nello stesso giorno l’ufficiale di stato civile inviterà le parti a presentarsi ad un nuovo appuntamento che dovrà essere fissato non prima di 30 giorni per confermare l’accordo.

Al secondo appuntamento l’Ufficiale di Stato Civile recepirà la dichiarazione delle parti di confermare l’accordo. Gli effetti della separazione o del divorzio decorreranno dalla data dell’accordo (primo appuntamento). Se le parti non si presentano al secondo appuntamento in cui vi è la conferma di quanto dichiarato, il primo atto di accordo non avrà alcun valore e se le parti hanno comunque intenzione di separarsi o divorziare occorre fissare un altro appuntamento dove riformulare l’accordo.

 

Il costo è di Euro 16,00, da pagare esclusivamente mediante mezzi elettronici (bancomat o carta di credito) o bonifico.